Banche, banchieri e bancari. Quale futuro?

Banca del Futuro

 

Mia zia era molto orgogliosa quando maritò la figliola con un bancario. Allora tutti la pensavano così. Cosa c’era di meglio? Lavoro pulito, ben pagato, orari da dipendente pubblico, carriera assicurata e poi, non si sa mai, potevi anche averne bisogno. Preferibile a un medico: turni, non sapevi mai se c’era da correre dietro qualche urgenza. Vita grama, almeno all’inizio!

I banchieri erano poco conosciuti dal grande pubblico, ma importantissimi per il potere. Sia i “buoni” che i “cattivi” ne avevano bisogno. Infatti nacquero figure mitiche, Alberto Beneduce (INA, IRI), Raffaele Mattioli (COMIT), Enrico Cuccia (MEDIOBANCA ).

Beneduce chiamò una delle sue 3 figlie Idea Nuova Socialista (con le altre non fu da meno: Vittoria Proletaria e Italia Libera), fu il banchiere più importante d’Italia nel periodo fascista. Quello che caratterizzò tutte quelle figure fu l’indipendenza, comunque, dalla politica e l’assoluta integrità morale ed economica.

Enrico Cuccia, sicuramente la persona più potente del nostro paese degli ultimi 40 anni fino alla morte avvenuta nel 2000,  ai suoi figli lasciò poco più di nulla e mai li favorì nelle loro carriere (ne ho la prova personale). Strano siciliano da sembrare l’ultimo giansenista milanese.

Le banche facevano il proprio dovere. Magari davano troppi soldi a chi già ne aveva, ma comunque finanziavano lo sviluppo del Paese e ne avevano una propria visione. Quando cominciarono ad uscire dalla raccolta del risparmio per buttarsi sulla rendita non ne azzeccarono molte e cominciarono i guai con la politica.

La capacità propositiva iniziava a mancare e anche il ruolo guida del sistema bancario franava. Pure nel peggio questo fu evidente: passare da Sindona (Banca Privata Finanziaria, scandalo IOR ) a Fiorani (Popolare di Lodi),  è stato come passare dalla giungla al pollaio.  

Oggi le banche non sono uscite bene dal lungo periodo di crisi. La percezione comune è che l’abbiamo più assecondata che contrastata. Non  si è visto un legame tra gli obiettivi di ripresa del Paese e l’azione degli istituti di credito. Sembra che si sia ancora all’anno zero della riorganizzazione.

I banchieri, non sono più degli sconosciuti. Ciampi è stato presidente della repubblica tra i più apprezzati, Mario Draghi è il potente capo della Banca Centrale Europea. Ma il dubbio è che siano stati o siano oggi una sorta di “capitani coraggiosi” senza esercito, senza una solida struttura alle spalle. Alcuni sembrano in gamba, per tutti vedi Saviotti (Banco Popolare, guarda caso cresciuto nella cucciolata di COMIT di Mattioli), ma non si percepisce con chiarezza dove si voglia andare.

Forse, anche per questo, mia zia Maria, se fosse viva,  non sarebbe più sicura sul matrimonio di mia cugina. E se per magia io non avessi gli 8 anni di allora, ma quelli d’oggi, dovrei raccontarle, che lo stipendio dei bancari non è più così interessante, gli orari non sono competitivi e soprattutto la carriera te la puoi solo sognare. Dovrei dirle, che per entrare servono lauree e master prestigiosi e che al tempo attuale, dopo un poco, le persone si chiedono il perché, visto lo scarso uso che ne devono fare.

Dovrei invitare lei e il suo futuro genero alla 2 giorni di workshop dedicati al futuro di chi oggi lavora nelle banche, realizzata nella sede di Milano di CC Global. Sarà presente per raccontarci e rispondere all’infinità di domande e dubbi che ci passano per la testa  un vero banchiere, con il passato da bancario. Il personaggio giusto e bravo per aiutarci a capire e decidere.

A questo link potete scaricare la locandina e trovare tutte le informazioni relative a contenuti, orari e modalità di partecipazione.

Vi aspetto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...