Sono un eroe, perchè lotto per la carriera!

Il nostro mondo immaginario ha bisogno di eroi. Caparezza nel 2008, con la crisi ancora oltre oceano, cantava “sono un eroe, perché combatto per la pensione”. Quanto tempo è passato,  le pensioni hanno cominciato a dare delusioni e chissà quante altre ce ne daranno nel futuro.

Oggi il  Luigi delle Bicocche di Caparezza comincerebbe a lottare per la carriera e sarebbe nel giusto credersi un eroe. Lo farebbe per le stesse ragioni di fondo per cui lottava quasi 10 anni fa: la famiglia, lo stipendio, il pensiero: “a qualunque età io sono già fuori mercato”.

Quante verità c’erano già in quei testi!

Ora tutti spiegano che sei fuori dal mercato,  perché sei troppo vecchio, perché sei troppo giovane. Rischi d’impazzire nel chiederti il perché.

career-390757_960_720

Carriera oggi ha lo stesso significato di lavoro. Non è più una scelta, è l’unica strada certa per restare nel lavoro.

Nel passato ed ancora oggi in alcuni che camminano guardandosi indietro, far carriera voleva dire sgomitare e non rispettare le regole e gli altri, pur di riuscirci. Era implicito, che queste persone non fossero le migliori.

Nella mia famiglia questi soggetti, anche se parenti, non erano accettati, nemmeno durante le feste comandate. Erano carrieristi. Brutta parola, brutta gente!

Ma oggi, estratti i tre contenuti importanti del percorso professionale, valore al futuro, posizionamento e capacità espositiva, abbiamo il sostegno giusto per agire con successo le nostre azioni per continuare o fare la nostra carriera.

Continuità di carriera, è riferito a chi ha esperienza, che appresa la competenza  di trasformare quest’esperienza in valore futuro quantificato in moneta, si muove su un numero di aziende mirate per raggiungere il proprio obiettivo. Se tutto viene svolto nel sistema corretto non esiste concorrenza. Il posizionamento e le capacità di risolvere quei problemi in quel modo sono unici. La probabilità  che ci sia qualchedun altro identico è impossibile.

Avvio della propria carriera è studiato per chi entra o è appena entrato nel mercato del lavoro e vuole sfuggire a una realtà di frammentazione, anni persi, percorsi privi di logica. Si parte dagli stessi paradigmi della continuità, valore al futuro, posizionamento,capacità espositiva e si gioca più sulle conoscenze, competenze e attitudini distintive. Anche in questo caso tutto deve essere, anche se con maggiore indeterminatezza e difficoltà, riportato a misura. L’esperienza, che è pressoché inesistente, deve essere sostituita dalla motivazione, che deve però stare dentro i particolari del lavoro stesso. Affermare “mi interessa perché imparo” oppure “voglio far carriera”  vanno banditi, perché sono tuoi problemi.  Dire “mi interessano quei prodotti”, “voglio fare quella professione” è più convincente. La concorrenza ci sarà, ma molto meno agguerrita.

Noi non abbiamo bisogno di eroi. Abbiamo bisogno di essere eroi!

Al ritmo dell’hip hop….avanti a Gran Carriera!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...