Ricerca del lavoro, siamo sulla strada giusta!

Job search

Il rapporto annuale dell’ISFOL su come si cerca e trova lavoro in Italia ci racconta verità, ancora coperte, che ci confortano sulla strada da seguire.

Nell’ultimo rapporto, che si riferisce al 2014, rimane alta e costante l’incidenza di amici/parenti/conoscenti, mentre continua a crescere l’autocandidatura. In terza posizione abbiamo contatti all’interno dell’ambiente professionale lavorativo e in quarta l’autoimprenditorialità.

Se riflettiamo, questi  quattro canali in crescita costante da anni (vi invito a dire la vostra in merito ai perchè di questo trend) hanno in comune la distanza dal mercato ufficiale e dai suoi protagonisti principali e si caratterizzano per una forte proattività.

Anche il canale  amici/parenti/conoscenti ha dovuto cambiare il proprio comportamento per non scivolare nella cosiddetta “intercessione in favore di una persona, al fine di ottenerle ciò che le sarebbe difficile conseguire con i mezzi e i meriti propri” e diventare dannoso alla persona stessa. Solo l’azione e merito personale possono valorizzare questo canale.

Il merito, complice la crisi, sta tornando di moda. Le aziende hanno troppi problemi non risolti, sono sensibili a chi propone soluzioni,  e non possono permettersi di aggiungerne altri per soddisfare esigenze estranee alla sopravvivenza. Questa regola ormai vale anche per i settori pubblici, che devono decidersi se rivalutare il merito o aspettare lo tsunami prossimo venturo, protagonisti cittadini o magistratura.

Ma il merito non può essere coniugato al plurale, diventa con il tempo la propria pelle. E come tale va affrontato singolarmente.

Da qui può iniziare un percorso, attraverso l’esperienza, che lo trasforma in valore futuro riconosciuto da altri, che possono avere interesse a risolvere loro problematicità con quel valore.

Posizionarsi su quel valore e su scelte personali, famigliari e di ruolo professionale permette di selezionare aziende probabilmente recettive della propria offerta.

A questo punto il deal è aperto e  le due parti possono unire i propri interessi e contrattare un giusto prezzo. Ma, anche in questo caso, i soggetti cambiano d’importanza. L’imprenditore diventa l’interlocutore principale, non solo il responsabile formale.

Perché il risultato sia garantito bisogna avere una strategia nuova nei singoli passaggi di questo sistema. Questa deve unire le differenti fasi e renderle coerenti alla soluzione dei propri obiettivi.

Il diverso risultato, tra l’aspettare che appaia un’offerta e rispondere o essere offerta  e proporsi, è “pagato” dal diverso impegno di risorse. Nessun miracolo, nessuna fortuna, solo lavoro e giuste scelte.

Diventiamo sempre più normali per il mondo che ci osserva,  così  riprendiamo a crescere e a far prezzare di più le nostre qualità; partendo da scelte personali, si comincia ad ottenere risultati.

Avanti a Gran Carriera!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...